• suche
Foto: divers

Franz Wyrsch

Verso il mio 40esimo compleanno dichiarai ad un prete che la mia vita da cristiano non mi soddisfaceva. Ero come immobilizzato, mi mancava l’entusiasmo e la motivazione interna. Il prete mi consigliò di partecipare ad un incontro con altri uomini, che vivevano la mia stessa situazione. Così iniziò il mio contatto con il movimento dei Focolari.

La chiave di svolta la ricevetti, quando sentii le parole di Chiara Lubich, la fondatrice del Movimento dei Focolari, che diceva ”Dio ti ama!”. Io ho sempre pensato a Dio come un Dio che punisce, invece Chiara mi dice qualcosa di affascinante, entusiasmante: Dio mi ama! Questo cominciò a cambiare la mia vita in modo sostanzioso.

In famiglia cambiai il mio modo di essere: da padre padrone a membro della famiglia. Cercai sempre di più di ascoltare i bisogni e le esigenze di mia moglie e dei miei figli. All’inizio feci fatica a cambiare il mio atteggiamento e a volte ricadevo nel vecchio modo di fare. Un grande aiuto lo ricevetti da mia moglie, che sapeva darmi le giuste parole e mi aiutava con il suo bel esempio.

Nel lavoro iniziai a dare più peso alle opinioni dei miei subalterni. Cercai di coinvolgerli nelle decisioni e di ascoltare i loro consigli. Provai sempre di più ad incentivare la collaborazione e ad andare incontro ai loro bisogni. Anche qui non era sempre facile e c’erano a volte dei problemi che sembravano insormontabili. Mettevo allora tutto nelle mani di Dio e cosa succedeva? Lui prendeva su di sé il peso dei miei problemi irrisolti e io mi sentivo alleggerito. E prima o poi mi veniva incontro con il suo aiuto e mi indirizzava a soluzioni fattibili.

Sempre più scoprivo lo Spirito Santo. Adesso è Lui, quello che mi dà l’impulso per scrivere i miei articoli nel bollettino parrocchiale. È lui che si prende la responsabilità del gruppo di uomini “over 80”, che io guido. È lui che prego nella mia quotidianità per l’umanità e per tutte le necessità nel mondo.

Mi trovo ora a percorrere l’ultimo pezzo del mio cammino da pellegrino sulla terra. Sono infinitamente grato a Dio per avermi fatto incontrare il Movimento dei Focolari. Lo ringrazio anche perché il Padre Celeste mi accetta per quello che sono anche con le mie debolezze, le mie limitatezze, i miei errori. Ci ha regalato tre figli, sei nipoti e un buon lavoro. Nella vita ci sono stati anche momenti bui, difficili, con dolori, malattie, delusioni, rabbia… ma insieme a mia moglie abbiamo sempre creduto all’aiuto e all’amore di Dio.